27 Marzo 2023
Una delle ex del match, Rachele Morello di Chieri (foto Instagram lelemorello_4)

Rachele Morello del Chieri (foto Instagram lelemorello_4)

Niente da fare per la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 che contro Savino Del Bene Scandicci vince il primo set, comincia bene il secondo, ma poi deve arrendersi alla miglior prestazione delle ragazze di coach Barbolini. Top scorer del match è Kaja Grobelna che mette a referto 21 punti. In doppia cifra per il Chieri anche Cazaute con 17 e Villani e Butler con 13. Ora grande attesa per il debutto in Challenge Cup di mercoledì 23 novembre al Palafenera. Dopo il match contro Scandicci ha parlato Rachele Morello.

Le parole di Rachele Morello

“Sono contenta dell’approccio che abbiamo avuto, è stato molto positivo e ci siamo imposte bene. Dispiace per esserci fatte un po’ mangiare il vantaggio nel secondo set. Sicuramente Scandicci ha una rosa di giocatrici molto importanti e molti cambi validi, questa è stata una loro arma vincente. Potevamo fermarle un po’ meglio dal punto di vista del muro-difesa, e ci hanno anche messi in difficoltà con la battuta. Sicuramente è una partita da cui possiamo trarre molti spunti per migliorare alcune lacune che si sono viste”.

IL TABELLINO

Reale Mutua Fenera Chieri ’76-Savino Del Bene Scandicci 1-3 (25-21; 20-25; 21-25; 23-25)
REALE MUTUA FENERA CHIERI ’76: Bosio 1, Grobelna 21, Butler 13, Weitzel 1, Cazaute 17, Villani 13; Spirito (L); Morello, Storck, Mazzaro 5, Rozanski 3 Nervini. N. e. Fini, Kone (2L). All. Bregoli; 2° Piazzese.
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Isabella Di Iulio, Antropova 6, Alberti 1, Belien 9, Zhu 17, Pietrini 2; Castillo (L); Malinov, Mingardi 13, Merlo, Sorokaite 9, Washington 6. N. e. Shcherban, Angeloni (2L). All. Barbolini; 2° Kantor.
ARBITRI: Simbari di Milano e Rossi di Sanremo.
NOTE: presenti 1508 spettatori. Durata set: 26’, 29’, 28’, 29’. Errori in battuta: 12-9. Ace: 4-4. Ricezione positiva: 44%-56%. Ricezione perfetta: 26%-32%. Positività in attacco: 45%-40%. Errori in attacco: 19-6. Muri vincenti: 7-11. MVP: Zhu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *