Eccellenza: Casetta all’ultimo respiro, 3-4 dell’Area Calcio in casa della Femminile Juventus

Gol e assist; Casetta, Taliano, Georgieva, Favaro e Marchioro dell'Area CalcioGol e assist; Casetta, Taliano, Georgieva, Favaro e Marchioro dell'Area Calcio

La prima giornata di Eccellenza regala subito un, se non il big match del Girone B. In via Faccioli la Femminile Juventus e l’Area Calcio Alba Roero testano immediatamente la propria condizione fisica in una partita che si è trasformata in uno splendido spettacolo terminato 3-4. I tre punti vanno alle lupacchiotte autrici di un secondo tempo eccezionale dove ribaltano per due volte il doppio svantaggio e all’ultimo respiro esplodono di gioia per il colpo di testa vincente di Lorenza Casetta. Le bianconere, con Erika Nicolò in grandissima giornata, non hanno chiuso i conti. Alle ospiti il merito di non essere mai uscite mentalmente dal match e di aver trovato la via del gol soprattutto con le subentrate che hanno disegnato calcio.

Nel primo tempo si scatena l’attacco bianconero

Non passano nemmeno tre minuti di gioco che le padrone di casa passano in vantaggio con Erika Nicolò che si smarca libera sulla sinistra, avanza con troppa facilità e lascia partire un diagonale perfetto che non lascia scampo ad Allasia. Le bianconere continuano a premere e dopo una buona combinazione tra Rosano e Sobrino sulla sinistra, si libera al tiro Municchi  ma la conclusione non gira e si spegne poco a lato. Poco dopo, quella che Sandro Piccinini definirebbe una sciabolata morbida di Sobrino a cambiare gioco. Per i difensori dell’Area Calcio sembra troppo lunga, non per Nicolò che ci arriva e calcia ma sull’esterno della rete. Il raddoppio arriva poco dopo il quarto d’ora. Nicolò affonda sulla sinistra ancora con troppa facilità, la mette al centro dove per Noemi Sobrino è un gioco da ragazze metterla dentro.

Nella prima mezz’ora non fioccano le occasioni, ma ogni volta che il pallone è tra i piedi di Erika Nicolò qualcosa può succedere. Troppo disordinata l’Area Calcio che si affida alla grinta di Gaya Musso e al motorino instancabile di Noemi Marchioro. L’ennesima conclusione bianconera arriva sempre sull’asse Sobrino-Nicolò con la prima ad aprire il gioco per la corrente sinistra della numero 11 che calcia alto. Sfiora il 3-0 Martina Rosano la cui però conclusione da posizione defilata non si abbassa abbastanza. Prima dell’intervallo Femminile Juventus ancora pericolosa con il calcio di punizione di Francesca Bodini da metà campo con Martina Falcone che di testa sfiora il tap-in. A ruota Rosano dalla destra la mette in mezzo per Sobrino che calcia troppo sul portiere e il riflesso di Allasia le nega i l gol. Numero 1 albese ancora strepitosa sulla conclusione velenosa di Municchi da fuori area.

Cambi decisivi, l’Area Calcio regala spettacolo

Nella ripresa subito cambio per le ospiti con Marta Favaro al posto di Marzia Lioia. La neoentrata riesce immediatamente a segnare con un tocco sotto al portiere De Mirea che rimbalza qualche volta e si insacca lentamente nell’angolino basso. La Femminile Juventus non si scompone e dopo tre minuti ritrova il doppio vantaggio con l’eurogol di Erika Nicolò, la 11 si sistema il pallone e lascia partire una conclusione perfetta da fuori area su cui Allasia non può nulla. Dall’altra sponda Favaro prova ad imitarla, il suo tiro però si stampa sulla traversa, rimbalza a ridosso della linea ma per l’arbitro non è entrata. Favaro scatenata, si prende una punizione che un’altra neoentrata, Georgieva, calcia centrale su De Mirea.

A 10 minuti dal termine la partita si riapre, delizioso assist di Georgieva a cercare Marchioro, la numero 2 lascia rimbalzare una volta il pallone e poi calcia perfetto dalla destra trovando una rete da incorniciare. Gli ultimi minuti sono frenetici. Boasso va via all’avversarsia, serve Peronace al centro che spreca alto. Un minuto dopo arriva il pareggio. Favaro ancora eccezionale sulla destra, serve Cristiana Taliano (altro cambio azzeccato) che con tutta la porta a disposizione non sbaglia.

Finita? Ma dove? In pieno recupero Francesca Bodini prova a riportare avanti la Femminile Juventus, ma sulla sua punizione arriva Allasia che salva in corner. Ancora, bel tiro di Municchi che Georgieva salva sulla linea ben appostata sul palo. Poi Boasso questa volta troppo egoista cerca il tiro anziché metterla al centro e Allasia para facile. Grande merito delle due squadre che non si accontentano del pari e sfruttano i sei minuti di recupero come se fossero gli ultimi di uno spareggio promozione. Proprio all’ultimo secondo c’è ancora una possibilità per l’Area Calcio. Angolo di Georgieva, di testa sul secondo palo ci arriva Lorenza Casetta che fa esplodere di gioia il pubblico albese accorso in via Faccioli. Se questo è l’inizio del campionato, entrambe le squadre avranno possibilità di ritagliarsi moltoesoddisfazioni in questa stagione.

IL TABELLINO

FEMMINILE JUVENTUS – AREA CALCIO ALBA ROERO   3-4
RETI: 3’ Nicolò (J), 16’ Sobrino (J), 7′ st Favaro (A), 10′ st Nicolò (J), 35′ st Marchioro (A), 42′ st Taliano (A), 51′ st Casetta (A).
FEMMINILE JUVENTUS: De Mirea, Banchero, Margauti (38′ st Boasso), Bodini, Falcone (18′ st Spadin), Giraudo (45′ st Bochicchio), Municchi, Rosano (24′ st Bianco), Cassarà, Sobrino (11′ st Peronace), Nicolò. All. Serami. Dir. Frasson. A disp. Moleai, Ferro, Troiano, Gangi.
AREA CALCIO ROERO: Allasia, Marchiaro, Verrua, Valente, Casetta, Lioia (1′ st Favaro), Accomo (24′ st Taliano), Giacosa (22′ st Georgieva), Musso, Ciravegna, Flou. All. Rolando. A disp. Rizzo, Rinaldi, Pio, Meli.
AMMONITE: Accomo (A), Municchi (J).

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *