Serie A, Super Kean e Milik calano il tris: la Juventus batte la Lazio 3-0

Foto account Twitter ufficiale Juventus FC

E’ Juventus-Lazio a chiudere il quindicesimo turno di Serie A. Uno dei match clou di questa giornata, con gli ospiti che si trovano a 3o punti in classifica (come l’Inter) mentre i padroni di casa ne possiedono 28. Nel turno infrasettimanale, i bianconeri hanno vinto 0-1 contro l’Hellas Verona mentre i biancocelesti hanno ottenuto la vittoria per 1-0 contro il Monza. Una partita, dunque, molto intrigante sia per la classifica sia dal punto di vista tecnico.

Primo tempo

La Juventus cerca di partire forte, con Kostic che però sbaglia un cross al 3′. Al 5′ Cuadrado cerca di innescare Milik ma i due non creano pericoli per la Lazio. Un minuto dopo Kean si trova in area, calcia un bel pallone ma non riesce a centrare la porta. All’8′ Sergej Milinkovic-Savic prova a mettere un pallone in profondità ma Szczesny para.

All’11′ squillo di Fagioli da fuori area che riceve palla da Kostic, calcia ma trova pronto Provedel. Le due squadre si affrontano a viso aperto, cercando entrambe di avanzare per creare opportunità interessanti. Al 19′ Milik riceve palla, aggancia, compie qualche tocco di piede, calcia ma non trova la porta: tuttavia, gli viene poi fischiato fuorigioco.

Al 25′ Gatti viene ammonito per un’entrata ai danni di Felipe Anderson. Tuttavia, la Lazio stava per dare il via ad una possibile azione pericolosa. Anche Bremer, al 27′, rimedia un cartellino giallo per un fallo su Pedro. Il match si fa caldo e, al 28′, Sergej Milinkovic-Savic compie un intervento falloso su Gatti e rimedia anche lui un’ammonizione. Con il trascorrere del tempo, la squadra ospite sta uscendo sempre più fuori.

Kostic prova a servire Milik al 32′ ma trova Casale a fare muro. La Lazio tenta di rispondere portandosi in avanti non appena ne ha la possibilità. Sia la squadra di Allegri che quella di Sarri cercano di fare il gioco, dando vita ad un match intenso. Al 38′ i biancocelesti provano a sfruttare un’incertezza di Danilo ma non riescono ad essere efficaci.

La Lazio prova a colpire la Juventus al 41′ con Pedro che, da fuori area, calcia un pallone che avrebbe potuto rivelarsi pericoloso. Al 43′ la partita si sblocca: Rabiot beffa Sergej Milinkovic-Savic e serve Kean che con un bel pallonetto porta i suoi sull’1-0. L’arbitro Massa concede 1′ di recupero nel quale la Lazio prova subito a riacciuffare il risultato con un paio di conclusioni da fuori area. Tuttavia, il primo tempo si conclude con i bianconeri in vantaggio. Il match è stato sino ad ora molto tattico, con le due squadre che hanno cercato di dettare i rispettivi ritmi di gioco.

Secondo tempo

Al rientro in campo non si segnalano cambi da parte dei due allenatori. Al 48′ Kostic riesce a servire Milik che calcia con potenza ma trova i guantoni di Provedel. Un paio di minuti più tardi, Sergej Milinkovic-Savic prova a rendersi pericoloso ma non ci riesce (gli viene anche segnalato un fuorigioco). Sia Juventus che Lazio sono rientrate dagli spogliatoi con molta grinta e voglia di dire la propria. Al 52′ Pedro fugge nell’area bianconera ma Cuadrado si rivela provvidenziale.

La Juventus raddoppia al 54′, ancora una volta con Kean. In principio a calciare verso la porta è stato Kostic che ha trovato la respinta di Provedel. Tuttavia, il numero 18 bianconero si è fatto trovare pronto e ha messo la palla in rete. La squadra di Allegri riesce a mostrarsi più cinica e maggiormente incisiva in attacco rispetto ad alcune settimane addietro. Sarri sceglie di cambiare: al 59′ fuori Cataldi e Basic, dentro Vecino e Luis Alberto.

Al 61′ Pedro serve Luis Alberto che si trova nell’area della Juventus ma Szczesny si fa trovare pronto. Sul rovesciamento di fronte, un ispiratissimo Kean cerca la tripletta ma non la trova. Allegri cambia al 62′: fuori Kean, dentro Di Maria. La Lazio si rende pericolosa al 64′ con Pedro ma il portiere bianconero è pronto. Pochi istanti più tardi, Kostic lascia il posto a Chiesa (parrebbe per un fastidio fisico).

I biancocelesti cambiano ancora al 69′: fuori Hysaj e Romero, dentro Gila e Cancellieri. Al 71′ Cuadrado calcia cercando di spedire il pallone in rete ma Provedel si mostra ancora una volta reattivo. Milk prova a lasciare il suo segno sul match al 75′ ma non ci riesce. Al 78′ Marcos Antonio prende il posto di Sergej Milinkovic-Savic.

La squadra di Allegri, nonostante il doppio vantaggio continua ad essere propositiva non appena ne ha modo. La Lazio, dal canto suo, cerca di creare opportunità per provare a recuperare il risultato ma appare meno pericolosa con il trascorrere dei minuti.

All’85′ i bianconeri sostituiscono Locatelli con Paredes. All’87′ Pedro prova a servire Cancellieri che però non raccoglie il suggerimento del compagno. La Juventus continua ad accelerare e, al 90′, trova il 3-0 con Milik che mette in rete su assist di Chiesa. L’arbitro concede 4′ di recupero. Al 92′ Vecino mette i brividi ai bianconeri ma la palla vola sopra la traversa. Un minuto dopo ci prova ancora Felipe Anderson ma non riesce a mettere in rete.

Juventus-Lazio termina 3-0 con la squadra di casa che appare essersi ritrovata. Con i tre punti ottenuti, la squadra di Allegri supera quella di Sarri portandosi a 31 punti in classifica. I biancocelesti restano invece a quota 30 insieme all’Inter. Dunque i bianconeri chiudono con una vittoria importante nell’ultima giornata che precede la sosta per i Mondiali.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *