Serie A, Kean regala la vittoria alla Juventus nella città degli innamorati

Foto profilo Instagram ufficiale Juventus FC

Nell’ora dell’happy hour la Juventus sfida l’Hellas Verona al Bentegodi. I bianconeri arrivano dalla vittoria per 2-0 conquistata nel derby d’Italia mentre i veneti sono reduci dalla sconfitta subita contro il Monza anche loro con il risultato di 2-0. La squadra di Bocchetti è attualmente ultima in classifica con 5 punti; il club guidato da Allegri, invece, giunge a questo match a quota 25 punti in classifica conscio del fatto che un risultato positivo gli consentirebbe di avanzare ulteriormente a discapito di altre avversarie dirette.

Primo tempo

La Juventus prova sin da subito ad affacciarsi nella metà campo dell’Hellas Verona. Tuttavia, è proprio la squadra di casa che al 3′ prova a creare un pericolo con Hongla che ottiene un calcio d’angolo. Proprio sugli sviluppi dell’azione Sulemana colpisce da fuori area ma il pallone sfila a lato della porta protetta da Perin che, proprio oggi, compie 30 anni. Al 6′ l’Hellas Verona riparte e Bonucci rimedia un cartellino giallo per un fallo su Lasagna che stava cercando di andare ad impensierire la Juventus.

La squadra di Bocchetti, nel primo scorcio del match, si mostra propositiva. All’11′ Milik si ferma su un bel suggerimento di Fagioli. Al 15′ Kostic sale in velocità ma non riesce a crossare perchè la difesa dei veneti si fa trovare pronta. Lasagna, al 16′, calcia potentemente da fuori un pallone velenoso ma Perin para sventando l’insidia. Un minuto più tardi l’Hellas Verona riparte in contropiede e Djuric prova a far male su sponda di Lasagna ma il tutto si conclude in un nulla di fatto.

I padroni di casa giocano con molta intensità, cercando di sfruttare gli spazi disponibili. Al 22′ Milik ci prova con un tiro interessante dal limite dell’area ma Montipò risponde presente. La Juventus cerca di pungere ma la difesa dei veneti è molto attenta nelle chiusure. Tuttavia la squadra di Allegri viene pian piano fuori aumentando la pressione. Al 30′ Kostic serve Fagioli che, da fuori area, calcia ma non in modo precisissimo.

Al 37′ Kallon prova a scappare verso Perin ma Cuadrado gli dice no. Locatelli, al 38′, riceve palla da Fagioli scaldando i guantoni di Montipò che spedisce in angolo; sugli sviluppi Bremer prova a rendersi insidioso ma non ci riesce. Hellas Verona e Juventus dimostrano entrambe la voglia di far punti importanti.

Al 42′ Hongla prova a beffare il portiere avversario dalla media distanza ma non ci riesce. Al 44′ Sulemana riceve palla da Lasagna ma il tutto si ferma per una segnalazione di fuorigioco. In ogni caso, il numero 77 dell’Hellas Verona non aveva calciato benissimo. L’arbitro Di Bello concede un minuto di recupero nel quale le squadre non creano azioni pericolose. Dunque la prima frazione di gioco termina sullo 0-0. La partita resta apertissima, con la squadra di Bocchetti che ha sino ad ora mostrato una maggiore intensità rispetto alla Juventus.

Secondo tempo

Le due squadre tornano in campo senza cambi alla caccia di un buon risultato. L’Hellas Verona ricomincia con l’intensità mostrata nel corso del primo tempo, con la Juventus che deve cercare di contenere. Al 48′ la squadra di Bocchetti conquista un punizione ma, sui suoi sviluppi, Dawidowicz che supera Cuadrado non riesce a beffare Perin. E’ ancora il numero 27 dei veneti a provarci qualche minuto dopo, sempre tentando di sfruttare una punizione assegnata ai suoi.

I bianconeri salgono in avanti appena possono, provando a generare problemi dalle parti di Montipò. Al 53′ Danilo accomoda un pallone nell’area dell’Hellas Verona ma nessun compagno riesce a far sua la sfera. Dawidowicz rimedia un’ammonizione al 55′ facendo ottenere agli avversari una punizione dal limite: calcia Cuadrado ma non genera insidie per gli avversari. Al 57′ Djuric prende un cartellino giallo per un fallo commesso su Locatelli. Un minuto dopo Rabiot serve un pallone invitante a Kean che, però, non riesce a sfruttare l’occasione.

Il match prosegue e, al 59′, Milik appoggia Kean ma Hien chiude bene. E’ proprio il numero 18 bianconero a portare in vantaggio la Juventus al 60′ su assist di Rabiot: l’attaccante calcia, Montipò sfiora ma non riesce ad evitare il gol. Allegri sceglie di cambiare al 63′: fuori Locatelli e Fagioli, dentro Paredes e Miretti. La squadra di Bocchetti cerca di andare a recuperare lo svantaggio e il primo a provarci è Lasagna che, tuttavia, non centra l’obiettivo. Al 65′ escono Sulemana e Doig per Veloso e Lazovic tra le fila dei veneti.

Al 69′ Di Maria entra al posto di Kean, autore del momentaneo 0-1. I padroni di casa cercano di aggredire alla ricerca del gol ma la Juventus fa muro. Bocchetti cambia ancora al 72′: dentro Verdi e fuori Kallon. Lazovic serve Lasagna al 73′ ma non riesce a centrare lo specchio della porta avversaria. Al 77′ Veloso rimedia un cartellino giallo per proteste. Nel frattempo tra le fila dell’Hellas Verona escono Dawidowicz e Djuric ed entrano Gunter ed Henry; per la Juventus fuori Cuadrado e dentro Alex Sandro.

All’81′ Henry subisce fallo da Alex Sandro che viene ammonito. I padroni di casa pressano per creare occasioni utili a riacciuffare il risultato. L’Hellas Verona ottiene un penalty all’83‘ in quanto Bonucci va con la gamba alta su Verdi: dopo una revisione al var, tuttavia, l’arbitro Di Bello lo annulla. La squadra di Bocchetti non demorde e continua ad andare a caccia di qualche opportunità.

Al 90′ Di Maria in area riceve palla da Paredes ma non riesce a graffiare. Intanto vengono concessi 5′ di recupero: al 92′ Alex Sandro viene espulso. Il difensore commette fallo da ultimo uomo su Lasagna che regala ai suoi un calcio di punizione molto ghiotto. A battere è Verdi che però non inquadra lo specchio della porta. Non c’è più tempo a disposizione: Hellas Verona-Juventus finisce 0-1 grazie al gol pesantissimo di Kean.

Con questa vittoria la Juventus sale a quota 28 punti in classifica, superando Inter e Atalanta a quota 27 (anche la Lazio possiede gli stessi punti della Dea e dei nerazzurri ma deve ancora sfidare il Monza). L’Hellas Verona, invece, nonostante una prova intensa resta all’ultimo posto in classifica. Nel prossimo turno, la Juventus affronterà la Lazio in casa (domenica 13 novembre ore 20.45) mentre l’Hellas Verona ospiterà lo Spezia (domenica 13 novembre ore 15.00).

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *