Serie A, all’Olimpico di Roma il Torino pareggia: 1-1 contro i giallorossi

Foto profilo Twitter ufficiale Torino Football Club

Nel pomeriggio domenicale la Roma sfida, tra le mura casalinghe, il Torino. Nel turno infrasettimanale, la squadra di Mourinho ha pareggiato contro il Sassuolo (1-1) mentre quella di Juric ha vinto contro la Sampdoria (2-0). I giallorossi si presentano a questo match con 26 punti in classifica mentre i granata ci arrivano con 20. All’Olimpico termina 1-1, con Dybala (subentrato nella ripresa) e Matic che salvano i giallorossi. Occasione sprecata per il Toro, che aveva pregustato fino all’ultimo secondo il colpaccio.

Primo tempo

In uno stadio gremito di pubblico, alle ore 15.00, le due squadre scendono in campo per contendersi i punti in palio. Tra le fila della Roma, parte dalla panchina il grande ex del match ossia Andrea Belotti. Il Torino cerca di gestire il ritmo di inizio gara. All’8′ Sanabria riceve palla in area, colpisce di testa ma non riesce a beffare Rui Patricio. Pochi istanti prima, anche Vlasic ha avuto un’opportunità ghiotta ma è stato arginato dagli avversari.

Al 13′ Vlasic prova ad innescare Sanabria ma i due non si trovano. La Roma prova a rendersi pericolosa con Zaniolo ma la difesa del Torino si fa trovare pronta. I giallorossi hanno una buona occasione al 19′: Abraham serve Zaniolo in area, il numero 22 della Roma calcia ma non è sufficientemente preciso e la palla finisce alta sopra la traversa.

Ci prova ancora il Torino al 21′ con Vlasic ma Smalling argina. Pochi secondi dopo Miranchuk colpisce potentemente da fuori area ma non trova la rete. Al 24′ la Roma si mostra nell’area avversaria con Cristante che rimedia un calcio d’angolo sui cui sviluppi la squadra di Mourinho ottiene un rigore per un fallo di mano. Tuttavia, dopo una revisione al var, l’arbitro Rapuano annulla il penalty. I giallorossi provano subito a farsi sotto e, al 28′, Zaniolo prova a pungere ma Djidji sventa il pericolo.

Juric cambia al 30′: fuori Vojvoda e dentro Singo. Il numero 27 del Torino lascia il campo per scelta tecnica e non per problemi fisici. Al 33′ il neo entrato mette un pallone filtrante indirizzato a Sanabria ma Rui Patricio riesce a deviare. Nell’intervento, il portiere subisce un pestone involontario da parte di Smalling ma non sembra riportare infortuni. Al 37′ la Roma guadagna un calcio d’angolo: batte Zalewski, Mancini colpisce di testa ma la palla finisce di poco a lato della porta granata. I giallorossi provano a spingere ma la difesa del Torino non si lascia scalfire facilmente.

L’arbitro Rapuano concede 4′ di recupero in questa prima frazione di gioco. Nel primo minuto extra time il Torino si rende pericoloso con un cross di Lazaro ma i compagni non agganciano. Alla fine del recupero, le squadre tornano negli spogliatoi sullo 0-0. Nella prima frazione di gioco, è stato il Torino a creare qualche occasione in più mentre la Roma ha avuto qualche difficoltà di troppo. La partita, però, resta aperta.

Secondo tempo

Mourinho cambia subito: dentro El Shaarawy e fuori Volpato. Al 48′ l’arbitro estrae il primo cartellino giallo della partita: lo rimedia Buongiorno (diffidato) per un fallo su Zaniolo. Un minuto dopo Abraham mette una palla interessantissima per El Shaarawy ma il Torino sventa il pericolo. Al 52′ Juric effettua un cambio: fuori Buongiorno e dentro Ricardo Rodriguez. Al 53′ Ricci subisce un fallo da Camara che viene ammonito. Proprio il numero 20 giallorosso viene sostituito un minuto dopo da Matic.

Il Torino sale e al 55′ Linetty insacca di testa alle spalle di Rui Patricio su assist di Singo. Il match, dunque, si porta sullo 0-1. La Roma prova a reagire con Zaniolo ma il giocatore non riesce a colpire nel segno. Il Torino continua a pressare a, al 60′, Sanabria sciupa una buona occasione. Al 64′ Cristante ci prova con un bel tiro ma il tutto si chiude in un nulla di fatto. Poco dopo, Miranchuk serve Vlasic che calcia con convinzione in direzione di Rui Patricio che però si impossessa del pallone.

Al 70′ escono Cristante, Zalewski e Abraham ed entrano Tahirovic, Dybala e Belotti. Al 72′ è proprio Dybala che riceve palla da El Shaarawy: l’argentino calcia ma trova i guantoni di Vanja Milinkovic-Savic a negargli la gioia del gol. La squadra di Mourinho pressa, anche grazie ai nuovi ingressi in campo. Il Torino, dal canto suo, deve cercare di arginare le giocate degli avversari per evitare fastidi. Al 78′ Zaniolo serve El Shaarawy che calcia ma in modo un po’ debole e dunque non crea problemi al portiere granata.

Juric effettua altri cambi tra l’80′ e l’81′: fuori Sanabria e Miranchuk per Adopo e Radonjic. All’82′ Zaniolo ci prova calciando ma trova Djidji a sbarrargli la strada. Nell’ultima parte di questa frazione di gioco, il Torino appare un po’ in calo. La Roma preme e anche Dybala e Matic cercano la rete. I padroni di casa vogliono cercare di recuperare lo svantaggio. All’86′ Dybala viene ammonito per proteste dopo un’entrata su Belotti da parte di un avversario.

All’89′ Tahirovic viene ammonito per un intervento su Radonjic. La Roma, nella medesima occasione, perde anche Mourinho per espulsione (proteste). L’arbitro concede 5′ di recupero. Al 91′ la Roma ottiene un rigore per un fallo di Djidji su Dybala. A calciare è Belotti che, al 92′, colpisce il palo e non riesce a portare i suoi in parità. Al 94′ la Roma però pareggia: a segnare è Matic che si coordina da fuori area, calcia e beffa Vanja Milinkovic-Savic. Il match prosegue e si scalda ulteriormente, tanto che un minuto dopo Lazaro rimedia un cartellino giallo.

Al triplice fischio Roma-Torino finisce 1-1. Con il punto conquistato i giallorossi si portano a quota 27 punti in classifica raggiungendo l’Atalanta mentre i granata arrivano a quota 21. Dunque, prima della sosta per il Mondiale, le due squadre chiudono con un pareggio.

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *