Femminile Juventus-Venaria: Baldini-Gionco gol, gran partita tra zebrotte e cervotte

L'Under 12 femminile della Femminile Juventus di Alberto PinnaL'Under 12 femminile della Femminile Juventus di Alberto Pinna

Due belle squadre: la Femminile Juventus di Alberto Pinna e il Venaria di Daniele Giannatempo si sono affrontate con grande equilibrio nella quinta giornata di campionato Under 12 femminile. Alla fine a spuntarla sono le bianconere di casa con il tap-in di Cecilia Baldini sul finire del secondo tempo e con la rete di Alice Gionco nel terzo. Grande partita della capitana Ambra Catallo, super ispiratrice non solo del secondo gol ma di tante azioni della Femminile Juventus. Le cervotte si sono difese con ordine provando a pungere in più di un’occasione. Entrambe le squadre, nonostante molte bambine abbiano appena cominciato a giocare a calcio, sono riuscite a portare avanti buone trame di gioco. A fine match esultano giustamente tutte.

La partita

Calcio d’inizio e palla ad Alice Gionco che si invola sulla destra e calcia potente ma sull’esterno della rete. Poi grande passaggio in verticale della capitana Ambra Catallo per Giorgia Merlo che viene stesa in area. Rigore che però la numero 4 calcia centrale e Gabrielle Catenazzo para. Catallo esplosiva anche al tiro con una conclusione quasi da centrocampo che per poco non scende. Zebrotte che provano a fare la partita, cervotte che difendono con ordine e con una Catenazzo che non ha nessuna paura nelle uscite. Giulia Procida, Marissa Manunta e Sara Terrizzi, la difesa alta arancio verde non sbaglia un colpo.

Contropiede velocissimo di Gionco, ma anche questa volta Catenazzo in uscita provvidenziale le dice di no anticipandola coi piedi. Sul finale del primo tempo c’è un’altra grande azione di Gionco che supera due giocatrici del Venaria, fa un mezzo scavetto alla numero uno arancio verde, ma anche in questo caso il pallone poi non scende.

L'Under 12 femminile del Venaria di Daniele Giannatempo
L’Under 12 femminile del Venaria di Daniele Giannatempo

Nel secondo tempo i cambi modificano l’andamento della gara. Il Venaria prende il pallino del gioco, il tiro di Erika Rita Valentino viene murato dalla difesa avversaria. Poi Marissa Manunta va vicinissima al gol con il suo destro che termina a fil di palo. La Femminile Juventus si fa vedere con il tiro al volo di Hillary Virzi dagli sviluppi di un corner che viene murato. Le cervotte ci provano ancora con Valentino (fuori) e con Matilda Lo Campo (parata di Giambalvo). Al minuto 17′ della seconda frazione arriva il vantaggio bianconero: gol di Cecilia Baldini che deposita in rete il pallone dopo una bella azione sulla sinistra di Virzi.

Il Venaria non si perde d’animo: da lontano Stefania Dervelean prova subito a trovare il pari, ma la sua conclusione finisce ben distante dalla porta difesa da Giambalvo. Nel finale di tempo Catenazzo prende la palla con le mani poco fuori l’area di competenza. Gesto di fair play dell’istruttore Alberto Pinna che chiede alle sue ragazze di calciare fuori la punizione.

Il terzo tempo parte con il bel passaggio di Catallo per la corrente Gionco, ma il traversone della 14 si trasforma in un tiro-cross che esce non di molto. Buona chance anche per Sofia Traina che però si fa recuperare dalla difesa arancio verde. Per il Venaria arriva la punizione di Stefania Dervelean che però centra in pieno la barriera. Angelica Abbatepaolo dimostra buona tecnica ma a volte è un po’ da sola a fronteggiare la difesa della Juve. Il raddoppio della Femminile Juventus arriva ancora dall’asse Catallo-Gionco: ancora un grande suggerimento della capitana per la numero 14 che calcia, vince un rimpallo e la mette dentro.

IL TABELLINO

FEMMINILE JUVENTUS – VENARIA  3-1 (0-0; 1-0; 1-0)

RETI: 17’ st Baldini (F), 14’ tt Gionco (J).
FEMMINILE JUVENTUS: Giambalvo, Baldini, Virzi, Catallo, Leone, Pecoraro, Di Bello, Bonomi, Stefanelli, Merlo, Trico, Traina, Gionco. All. Pinna. Dir. Viscardi.
VENARIA: Catenazzo, Casotti, Procida, Terrizzi, Cesare, Manunta, Dervelean, Valentino, Abbatepaolo, Lo Campo, Astorino. All. Giannatempo. Dir. Mazzeo-Minniti-Astorino.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *