Serie A femminile, Juventus-Fiorentina 2-0: a segno Beerensteyn e Bonansea

Lineth Beerenstey autrice del primo gol della Juventus Women (foto instagram linethbeerensteyn)Lineth Beerenstey segna al 100' (foto instagram linethbeerensteyn)

Successo molto importante per la Juventus Women di Joe Montemurro che contro la Fioretina vince per 2-0 grazie ai gol di Beerensteyn nel primo tempo e di Bonansea nel secondo. Un successo fondamentale perché le bianconere non perdono il treno delle prime: tengono il -4 dalla Roma, sia avvicinano ad un solo punto dalla Fiorentina stessa e agganciano l’Inter. Servivano solamente i tre punti che sono puntualmente arrivati in una partita mai in discussione dove le bianconere hanno dominato dall’inizio alla fine. Semmai l’unica difficoltà è stata trovare il secondo gol che sarebbe potuto arrivare prima.

Primo tempo

Juventus che scende in campo con 8/11 della partita con il Lione. A parte l’indisponibile Gunnarsdottir sostituita, sostituita da Caruso, Gama che torna al centro della difesa al posto di Sembrant e Nilden sulla fascia destra al posto di Lenzini. Barbara Bonansea comincia a scaldare il piede, al 9’ un suo tiro dal limite dell’area si stampa sulla traversa. Poi sempre la 11 viene anticipata di un soffio quando stava per ribadire in rete un solito cross perfetto dalla sinistra di Lisa Boattin. Anche la Fiorentina si va vedere con un colpo di testa di Johanssdottir, lasciata sola in area, sul calcio di punizione dalla destra di Mijatovic: pallone che termina alto e sospiro di sollievo Juve.

Il vantaggio bianconero si concretizza al quarto d’ora con Lineth Beerensteyn che prende palla quasi a centrocampo e affonda molto facilmente, troppo facilmente nella difesa viola e a tu per tu con Schroeffenegger non sbaglia. Quello dell’olandese è il 500esimo gol della Juventus Women in tutte le competizioni. La Juve continua a spingere, combinazione perfetta tutta di prima tra Bonansea, Girelli di testa e Caruso che va al tiro che viene murato da Jackmon.Ci prova anche Boattin dalla distanza, ma la conclusione non scende.

Davanti la viola non riesce ad essere troppo incisiva. Un tiro di Johanssdottir, dopo un bel recupero palla di Monnecchi, finisce dritto tra le mani sicure di Peyraud-Magnin. Juve in totale controllo, ma manca la precisione nell’ultimo passaggio per concretizzare un raddoppio che sarebbe meritato. Ad andarci vicinissima è Bonansea che prova a pescare il jolly con un gol alla Del Piero. Sulla conclusione però Schroeffenegger si esalta salvando in angolo. Poi è Parisi a spezzare l’urlo di gioia di Bonansea salvando sulla linea una deviazione ravvicinata della 11. A ruota è il tiro a giro di Grosso a non trovare per pochi centimetri la porta.

Secondo tempo

Dagli spogliatoi non rientra Amanda Nilden, che si era fatta male a fine primo tempo in un contrasto con Sara Huchet, al suo posto Lenzini. Nella viola entra Boquete proprio al posto di Huchet che era stata ammonita. Occasionissima per Boattin che si sistema il pallone e calcia in area, ma Schroeffenegger in tuffo le risponde alla grande. La Fiorentina mette la testa fuori dal guscio con un paio di conclusioni velenose, poi le bianconere ricominciano a macinare gioco.

Il raddoppio arriva con chi nel primo tempo ci aveva provato con più convinzione. Barbara Bonansea al termina di una stupenda azione corale. Boquete prova a caricarsi sulle spalle la squadra, ma la sua conclusione dalla distanza è di troppa facile lettura per Peyraud-Magnin. Montemurro opta per un triplo cambio per gli ultimi 20 minuti con Bonfantini, Cantore e Zamanian al posto di Bonansea, Girelli e Caruso. Nella viola entra Sabatino al posto di Mijatovic.

La Fiorentina prova a spingere negli ultimi minuti cercando di riaprire la partita, ma la mira è imprecisa. Anche quando Johanssdottir si ritrova il pallone solamente da spingere in rete, ma l’islandese cerca di piazzarla con esiti negativi. Poi c’è il palo di Cantore con un bel tiro da fuori. Ci prova anche Zamanian dalla distanza, ma Schroeffenegger è attenta e si distende in angolo. Il portiere viola si ripete sulla bella conclusione di Cantore. L’ultimo sussulto di una partita che la Juventus Women ha meritato di vincere.

IL TABELLINO

JUVENTUS WOMEN – FIORENTINA   2-0

RETI: 15’ Beerensteyn (J), 21’ st Bonansea (J).
JUVENTUS WOMEN (4-3-3): Peyraud-Magnin, Nilden (1’ st Lenzini), Gama, Salvai, Boattin, Caruso (27’ st Zamanian), Pedersen, Grosso (14’ st Rosucci), Bonansea (27’ st Baonfantini), Girelli (27’ st Cantore), Beerensteyn. All. Montemurro. A disp. Aprile, Forcinella, Sembrant, Lundorf.
FIORENTINA (4-2-3-1): Schroffenegger, Jackmon, Tortelli, Parisi, Kajan (16’ st Longo), Erzen, Monnecchi (16’ st Cafferata), Mijatovic, Huchet (1’ st Boquete), Agard, Johanssdottir. All. Panico. A disp. Russo, Menta, Zanoli, Breitner, Sabatino, Severini.
ARBITRO: Caldera di Como.
AMMONITE: Huchet (F).

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *