Under 19, gol e spettacolo al Vavassori: Rivoli-Bsr Grugliasco termina 3-3

di Andrea Musacchio Ott 8, 2022
Il Rivoli di Diego Del Pesce

Gol e spettacolo al Vavassori di Rivoli. La terza giornata del campionato Under 19 provinciale ha messo di fronte il Rivoli, vera sorpresa del girone B, e il Bsr Grugliasco, che, come i gialloblù, arrivava alla sfida a punteggio pieno. È terminata 3-3, con i padroni di casa che si sono illusi dopo una clamorosa rimonta ad inizio ripresa, rovinata da un ottimo Garino. Un’occasione mancata per il Rivoli, una reazione d’orgoglio (e di forza) quella degli ospiti.

Eppure la sfida di questo pomeriggio inizia proprio con il Bsr in vantaggio dopo 17 minuti. Ci pensa San Filippo a sbloccare e a mettere, apparentemente, in discesa la gara del Vavassori. Sì, perché quattro minuti dopo gli ospiti raddoppiano con Garino, che porta i suoi sul momentaneo 0-2 dopo soli 21 minuti. Il Rivoli è confuso ma è bravo a  rimanere in partita, evitando il clamoroso 0-3, e poi a riaprirla con il gol di Russo, a pochi minuti dalla fine dell’intervallo.

La ripresa si apre subito con i padroni di casa che spingono alla ricerca del pareggio, trainati dall’entusiasmo della rete realizzata a fine frazione. Gol che arriva dopo soli 3 minuti dal fischio della ripresa e che porta la firma di Ngom. Tutto finito? Macché. Passano due minuti e il Rivoli passa clamorosamente in vantaggio e ancora con uno scatenato Russo. A questo punto la gara sembra avere un padrone unico: oggettivamente, due colpi così metterebbero ko chiunque. Eppure il Bsr Grugliasco, dopo un periodo di appannamento, si ritrova e riacciuffa la gara al 27′ ancora e sempre con Garino. L’ultima emozione del match è l’espulsione di Sahim al 46′ del secondo tempo. Poi il triplice fischio.

Alla fine termina 3-3 al Vavassori di Rivoli. Un pari divertente e ricco di spettacolo. Uno slogan perfetto per il girone e l’intera categoria provinciale. Entrambe le formazioni salgono a quota 7 punti e si godono il terzo risultato utile consecutivo.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *