Cecilia Salvai alla conferenza pre Juventus-Koge (foto Instagram ceciliasalvai)

Nella conferenza stampa pre Juventus-Koge, valida per l’accesso ai gironi di Uefa Women’s Champions League, hanno preso parola il tecnico Joe Montemurro e il difensore Cecilia Salvai. Dopo l’1-1 in Danimarca, le bianconere sono chiamate a vincere al Moccagatta, in quel di Alessandria si disputerà il ritorno.

Cecilia Salvai ha parlato delle sensazioni prima del match: “Le partite di Champions League hanno sempre un sapore particolare, provi sensazioni che solo questo tipo di gare ti sanno dare e io mi sento molto fortunata a essere qui per presentare questo match. Sappiamo che sarà una partita importante, da dentro o fuori, e dobbiamo affrontarla con questa consapevolezza. In questo avvio di stagione abbiamo dovuto fare i conti con qualche problema fisico, ma abbiamo una base solida, un’identità definita e un modo di giocare chiaro, che conosciamo, e questo vale a prescindere da chi scende in campo”.

Il difensore pinerolese si è espressa poi sulle avversarie: “Nella gara d’andata il Køge non ci ha stupito, ma anzi ha confermato quello che ci aspettavamo. Una squadra compatta che sa attaccare molto bene. Domani dovremo essere brave a trovare gli spazi, a muovere il pallone per crearli e poi, quando ci sarà l’occasione, concretizzare. Forse proprio la concretizzazione delle tante occasioni create è quello che ci è mancato di più in questo periodo”.

La Juventus è pronta a dare battaglia: “Giocare ad Alessandria sarà un piacere perché permetterà a più tifosi di essere al nostro fianco e sostenerci – prosegue Cecilia Salvai-. Loro saranno importanti! Sentiamo ovviamente la pressione di questa gara, ed è giusto ci sia. Ce la siamo meritata e dobbiamo viverla come stimolo per avere più coraggio, più determinazione, più voglia di vincere. Siamo pronte! Io sto bene, non sono ancora al 100%, ma l’ultima partita mi ha dato tanta fiducia. L’allenamento migliore in questi momenti sono le partite”.

Le parole di Joe Montemurro

Parola poi la tecnico Montemurro che ha parlato delle condizioni fisiche della squadra: “Stiamo bene, anche se ovviamente in questo momento bisogna fare i conti con un po’ di stanchezza. Oggi si sono allenate tutte, quindi fin qui direi che stanno bene. Caruso e Gunnarsdottir sono ok, per quanto riguarda Gama dovremo studiare il percorso migliore per il rientro”.

Le qualità dell’avversario ormai si conoscono: “La gara d’andata ci ha confermato quello che sapevamo sul Køge: sono una squadra compatta che ha due o tre giocatrici di qualità che si esaltano quando attaccano in un certo modo. Nell’ultima gara, contro la terzultima in classifica, hanno affrontato la gara allo stesso modo in cui l’hanno affrontata contro di noi. In Danimarca abbiamo avuto il controllo del gioco e siamo riusciti a creare diverse occasioni, mi sembra un ottimo punto di partenza”.

E dunque, cosa fare per superare le avversarie?: “Dovremo solo essere più brave a concretizzare – continua Montemurro – e se scenderemo in campo con umiltà e consapevolezza potremo ottenere il risultato che vogliamo. Sentiamo la pressione e sappiamo che questa pressione è un privilegio. Noi ogni giorno lavoriamo per confrontarci con i migliori e vogliamo continuare a farlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *