Alessandria, tra visure camerali e rabbia dei tifosi questa sera si gioca: c’è la Pro Sesto

di Redazione Feb 9, 2024

ALESSANDRIA – Ad Alessandria sono giorni sempre più grigi, meteo e giochi di parole a parte. Questa sera torna il campionato, che vedrà la formazione di Banchini impegnata sul campo della Pro Sesto. Anche se quello del calcio giocato sembra l’ultimo dei problemi, i grigi si giocano forse una delle ultime chance per riaprire il discorso salvezza. Il ritorno in città di Enea Benedetto, le incertezze della nuova società e la classifica hanno gettato l’intero ambiente nello sconforto. La squadra ha fatto gruppo in questi giorni di ritiro e cerca di riportare un po’ di luce e speranza soprattutto ai propri tifosi, impeccabili e sempre pronti ad aiutare gli 11 in campo, ma ormai stanchi di vivere tutti i giorni lo stesso giorno dalla scorsa estate.

Le dichiarazioni di Banchini

In conferenza stampa Banchini è tornato a parlare del momento della sua squadra. “Dobbiamo esaltarci in questo momento di difficoltà: esser stati insieme in questi quattro giorni ci può aiutare, abbiamo dei ragazzi nuovi che possono darci nuove energie: sappiamo quanto sia importante la partita e dobbiamo fare di tutto per portarla a casa. Recentemente per via di una serie di situazioni non siamo stati completamente liberi di testa, ed all’approccio della partita non c’è stato l’atteggiamento giusto. Ho parlato coi ragazzi di quale sia lo spirito giusto con cui affrontare questo impegno e dell’importanza di rimanere leggeri, a livello mentale, per esprimere i nostri valori”. 

Le probabili formazioni

PRO SESTO (3-5-2): Del Frate; Toninelli; Iotti, Marianucci; Poggesi, Bussaglia, Gattoni, Santarpia, Maurizii; Bruschi, Sereni. All. Paci
ALESSANDRIA (3-5-2): Farroni; Soler. Cusimano, Rota; Ciancio, Sepe, Pellitteri, Nichetti, Rossi; Busatto, Laukzemis. All. Banchini
Arbitro: Domenico Mirabella di Napoli (Rispoli/Cardinali/Migliorini)

Photo Credits: Andrea Prifti

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *