La Torino ’81 espugna Lavagna e aggancia il Brescia Waterpolo

di Roberto Cavallaro Dic 17, 2023

LAVAGNA – La Reale Mutua Torino ’81 Iren espugna la piscina di Lavagna per 12-14 e aggancia il Brescia Waterpolo al terzo posto in classifica. Con un quarto tempo magistrale, i gialloblù di Simone Aversa trovano la terza vittoria consecutiva, ritrovando la fiducia che è mancata ad inizio campionato.

LA PARTITA

Inizia il match e la Reale Mutua Torino ’81 Iren trova la prima rete di giornata grazie a Giacomo Novara e riesce ad allungare sul 2-0 con il gol del croato Lisica. Reagiscono i padroni di casa che accorciano le distanze con la rete in superiorità numerica di Biallo a tre minuti dalla fine del primo tempo di gioco. Si rientra in acqua e i ragazzi di Simone Aversa si riportano sul +2 grazie alla bellissima rete di Ettore Novara, ma le calottine bianche non si arrendono e realizzano il 2-3 con Pedroni dal perimetro. I gialloblù oggi sono in partita, Gattarossa in superiorità numerica realizza il 2-4 e Lisica fa il 2-5 al termine di un’ottima controfuga. I ragazzi di Martini salgono in cattedra e, nel giro di pochi minuti, si portano sul 4-5 grazie al rigore trasformato da Casazza e alla rete di Biallo. Non accusano il colpo i torinesi che si portano sul 4-6 grazie alla rete in superiorità numerica del solito Ettore Novara, ma il Lavagna rimane aggrappato al match e fa il -1 con Biallo. Sul ribaltamento di fronte i ragazzi di Simone Aversa segnano la rete del 5-7 con E. Novara e Colombo porta i suoi sul +3 su rigore a un minuto e mezzo dalla fine del secondo tempo. Il Lavagna non molla, Pedroni realizza il gol del 6-8 e, a venti secondi dalla fine, Luce non sbaglia il tiro di rigore che porta le due compagini sul 7-8 all’intervallo lungo.

Al cambio vasca i padroni di casa pareggiano i conti con la rete in superiorità numerica di Pedroni, ma la Torino ’81 mette il muso avanti con il gol dell’8-9 di Colombo su rigore. Emozioni sia da una parte che dall’altra, il Lavagna si riporta sul 9-9 con la rete di Biallo, ma Lisica trova il 9-10 grazie ad una deviazione. La partita continua ad essere equilibrata, Magistrini sigla la parità in superiorità numerica e i liguri trovano l’11-10 con la palomba di Mangiante. La Torino ’81 reagisce velocemente e pareggia con l’uomo in più realizzato da E. Novara a trenta secondi dalla fine del terzo tempo. Si torna in vasca per gli ultimi otto minuti di gioco e la Reale Mutua Torino ’81 Iren accelera: Lisica porta avanti i gialloblù in superiorità numerica, poi Ettore Novara realizza l’11-13. I padroni di casa non ci stanno e si portano sul -1 grazie a Casazza, ma Colombo, a due minuti al termine del match, realizza il rigore del 12-14 che congela la partita. Finisce così l’incontro tra Lavagna 90 e la Reale Mutua Torino ’81 Iren che vede uscire vittoriosi i ragazzi di Simone aver per 12-14 al termine di una partita molto maschia e combattuta.

LE ANALISI:

Simone Aversa al termine del match: “Portiamo a casa tre punti importanti su un campo storicamente ostico. L’abbiamo vinta negli ultimi minuti rimanendo concentrati sul gioco, senza farci trascinare nella bagarre del terzo e quarto tempo. Durante tutta la partita avremmo dovuto sfruttare meglio le superiorità numeriche ed aiutare di più Il nostro portiere Aldi nella fase difensiva. Oggi nota di merito ai centri che hanno lavorato tanto ai due metri e a Santosuosso che si è fatto trovare pronto in porta nell’ultimo tempo”.

IL TABELLINO:

LAVAGNA 90 – REALE MUTUA TORINO ’81 IREN 12-14 (1-2; 6-6; 4-3; 1-3)

LAVAGNA 90: Gabutti, Biocanin, Dellapina, Pedroni 3, Casazza 2, P. Vario, Mangiante 1, C. Vario, Luce 1, Biallo 4, Menicocci, Magistrini 1, Capelli, Pennafort. All. Martini.

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: Aldi, Lisica 4, Iodice, Abate, Maffè, Cigolini, Costa, Ermondi, Gattarossa 1, G. Novara 1, E. Novara 5, Colombo 3, Santosuosso, Cassia. All. Aversa.

ARBITRI: Bianco – Marrone

NOTE: Espulso per comportamento scorretto Biocanin (L) e Martini (L) per proteste nel secondo tempo.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *