Serie A, assolo serbo per la Juventus all’Arechi: Vlahovic e Kostic stendono la Salernitana

Foto account Instagram ufficiale Juventus

SALERNO – La sfida dell’Arechi tra Salernitana e Juventus ha chiuso la ventunesima giornata di Serie A. Tra le fila dei bianconeri ha ritrovato il posto da titolare anche in campionato Dusan Vlahovic che è partito al fianco di Angel Di Maria; Federico Chiesa, invece, si è inizialmente accomodato in panchina. Dal canto suo, Davide Nicola ha risposto schierando in attacco Candreva, Piatek e Dia in un match dal sapore di scontro diretto. A portare a casa i 3 punti sono stati gli ospiti con il risultato di 0-3.

Salernitana-Juventus: primo tempo

La partita è iniziata con un buon ritmo da parte di entrambe le squadre. Gli uomini di Allegri hanno lanciato un primo squillo al 3′ con Vlahovic mentre la Salernitana ha pian piano iniziato a far girare palla per salire. Al 15′ Nicolussi Caviglia, ex del match, ha calciato un bel pallone che non ha tuttavia inquadrato lo specchio della porta.

Rabiot al 16′ ha guadagnato il primo cartellino giallo di Salernitana-Juventus. La sfida è apparsa aperta, con le due formazioni pronte ad accendersi in qualsiasi attimo. Vilhena al 23′ ha conquistato la seconda ammonizione del match spesa dall’arbitro Rapuano. Al 25′ è arrivato un episodio chiave: Nicolussi Caviglia ha steso in area Miretti facendo ottenere alla Juventus un penalty. E’ stato Vlahovic a calciare al 26′: rigore calciato con precisione e finezza dal numero 9 che è finalmente tornato al gol in bianconero dopo 115 giorni.

La Salernitana ha provato subito a reagire, cercando di recuperare lo svantaggio subito. La squadra ospite ha continuato a creare occasioni alla ricerca di altri spunti interessanti come quello di Di Maria per Vlahovic al 33′ che con un tiro da fuori area ha provato a uccellare Ochoa ma non ci è riuscito. L’attaccante serbo si è mostrato in forma e al 36′ ha nuovamente cercato di graffiare la squadra avversaria.

Al 43′ Miretti è uscito in barella per un infortunio alla caviglia: al suo posto è entrato Fagioli. La Juventus ha continuato ad attaccare sino alla fine del primo tempo e al 45′ Kostic ha firmato il raddoppio su assist di Vlahovic. I bianconeri hanno messo a segno il secondo gol nel momento in cui la Salernitana stava alzando il proprio baricentro. Tra i mattatori del momento, da segnalare Di Maria che ha dato il via ad alcune interessanti opportunità per i compagni.

Al termine dei 5′ di recupero, il primo tempo di Salernitana-Juventus si è chiuso sullo 0-2. La squadra di Allegri ha concesso poco agli avversari ed è riuscita a portarsi avanti grazie ad un gioco corale impreziosito dalle perle di alcuni singoli.

Salernitana-Juventus: secondo tempo

Nicola ha scelto di ripartire con un cambio: dentro Lovato e fuori Vilhena. La Juventus ha ricominciato forte, tanto che al 47′ Fagioli ha confezionato un assist per Vlahovic che ha siglato la doppietta personale con un tiro chirurgico e freddo sul quale Ochoa non ha potuto nulla. La Salernitana ha sfiorato il gol con Dia al 51′: il giocatore ha ricevuto palla e per un soffio non è riuscito ad infilare in rete. Al 53′ Di Maria ha calciato deliziosamente da fuori area ma ha centrato in pieno la traversa senza riuscire a regalarsi la gioia personale.

La squadra di casa ha provato a salire ma la Juventus si è mostrata ben disposta in campo. Il passivo per la Salernitana è pesante ma gli uomini di Nicola hanno cercato di restare in partita. Al 60′ Bradaric ha lasciato il posto a Bonazzoli: forze fresche per i campani. Proprio il nuovo entrato ha cercato di coordinarsi un minuto dopo ma non è riuscito a beffare Szczesny. Al 62′ Cuadrado e Chiesa hanno sostituito Kostic e Di Maria: Allegri ha concesso un po’ di riposo ai due giocatori che hanno offerto delle ottime prestazioni.

Nonostante l’ampio vantaggio, gli ospiti hanno continuato ad insistere in avanti. Al 71′ dentro Crnigoj e Bohinen per Piatek e Nicolussi Caviglia. La Salernitana ha fatto qualche timido tentativo verso la porta avversaria ma non è riuscita a centrarne lo specchio. Al 74′ Vlahovic, dopo una splendida azione svolta per gran parte in solitaria, ha offerto un buon pallone a Chiesa che non è riuscito a trovare la rete.

Al 79′ Vlahovic e De Sciglio si sono accomodati in panchina per Kean e Iling Jr. Tra le fila della Salernitana ha fatto il suo ingresso anche Kastanos al posto di Coulibaly. All’85′ è stato proprio il numero 18 bianconero ad andare vicino al quarto gol dei suoi dopo un buon passaggio di Chiesa. Al termine dei 2′ di recupero la Juventus ha portato a casa una vittoria pesante.

Con questo risultato, i bianconeri sono saliti a quota 26 punti in classifica (come Monza e Empoli). La squadra di Allegri, nel prossimo turno di campionato, affronterà la Fiorentina in casa (domenica 12 febbraio alle ore 18).

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *