Chianocco, Lorenzo Pasqualone squalificato per due anni: ha tirato uno schiaffo all’arbitro

di Andrea Musacchio Ott 20, 2022
Foto FB Chianocco

Si temeva una grossa squalifica, e così è stato. Lorenzo Pasqualone è stato squalificato per due anni dal giudice sportivo. L’attaccante del Chianocco, nel derby di Prima Categoria contro il Caselette, è stato espulso per “aver colpito con un violento schiaffo al volto, all’altezza della mandibola, il direttore di gara”, Andrea Franco. Il Chianocco, invece, ha perso la partita 3-0 a tavolino. Lo si legge nel comunicato ufficiale numero 34 del Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta.

Pasqualone dovrà stare lontano dai campi da gioco fino al 20 ottobre del 2024 per “condotta violenta nei confronti del direttore di gara, condotta che ha causato lesioni personali accertate con referto del Pronto Soccorso”. Come si legge nel testo, infatti, “al minuto 10 del secondo tempo di gioco”, l’attaccante è stato espulso “per proteste e minacce all’arbitro: alla notifica del provvedimento, trovandosi faccia a faccia con il direttore di gara, il giocatore lo ha colpito con un violento schiaffo al volto, all’altezza della mandibola, facendogli schizzare il
fischietto prima contro l’arcata superiore dei denti e poi fuori dalla bocca”.

“Stordito e scioccato da tale aggressione gratuita e inaspettata, l’arbitro ha avvertito immediatamente dolore alla bocca ed ai denti, giramento di testa con vertigini e nausea e ha così deciso di sospendere la gara, scatenando così le proteste dell’assistente di parte del Chianocco e di tutta la squadra, in particolare del capitano, che ha chiesto indulgenza per il proprio compagno”, si legge. “Il direttore di gara è stato prontamente accompagnato presso il suo spogliatoio da un dirigente della Società di casa e ivi veniva raggiunto dal presidente del Chianocco, che si è sincerato delle sue condizioni”. Una volta lasciato l’impianto con la propria vettura si è recato al pronto soccorso dell’Ospedale Santa Croce di Moncalieri, dal quale “è stato dimesso con diagnosi di trauma facciale, prognosi 3 giorni s.c. e terapia antalgica”.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *