Serie A, i risultati: Napoli e Atalanta in vetta, l’Udinese ormai sa solo vincere

L’ottava giornata di Serie A è iniziata sabato 1° ottobre alle ore 15 e ad aprirla è stata proprio una delle due torinesi. Infatti, il primo match di giornata ha visto protagoniste il Torino di Juric e il Napoli di Spalletti. Subito dopo è toccato all’Inter, uscita malconcia da San Siro sotto i colpi della Roma e poi al Milan, straripante in quel di Empoli. L’ottavo turno ci ha fatto vedere un esonero – quello di Giampaolo – e la bellezza di due squadre rivelazione: l’Atalanta versione maglia rosa e l’Udinese, che vince per la sesta volta consecutiva.

Il sabato sorride a Napoli, Roma e Milan ma non all’Inter

Come anticipato, il Torino ha affrontato il Napoli in trasferta rimediando una sonora sconfitta. I granata disputano un primo tempo in modo poco energico e i partenopei, in gran forma, riescono ad imporsi sin da subito; nel secondo tempo, la squadra di Juric aumenta d’intensità ma è troppo tardi per riacciuffare i padroni di casa che riescono a gestire bene la gara e a conquistare i 3 punti.

Alle ore 18, poi, si è disputata Inter-Roma. I nerazzurri non sono riusciti a dare un segnale forte alle avversarie, capitolando a San Siro contro il club guidato dall’ex Mourinho. L’Inter, che ha aperto le danze con il gol di Dimarco, è stata poi riacciuffata da Paulo Dybala (che nel corso della sessione di calciomercato è stato accostato spesso ai nerazzurri) e superata da Smalling. Simone Inzaghi, al momento, non pare essere a rischio ma i nerazzurri devono risalire la china.

Alle ore 20.45 è toccato al Milan scendere in campo allo stadio Castellani per affrontare l’Empoli. Un match tosto per i rossoneri che hanno perso tre giocatori per infortunio: Kjaer, Saelemaekers e Calabria. Le reti sono state siglate tutte dal 79′ in avanti: a passare in vantaggio sono gli ospiti con il subentrato Rebic; l’Empoli risponde con Bajrami al 92′ ma il Milan non ci sta e segna ancora l 93′ con Ballo-Tourè e al 96′ con Leao. Tre punti pesanti per la squadra di Pioli che si tiene vicino alla zona alta della classifica.

Lunch match indigesto per lo Spezia, pomeriggio amaro per la Salernitana, buio pesto per la Samp

Alle ore 12.30 di domenica la Lazio ha messo a segno un poker contro lo Spezia. La squadra di Sarri è apparsa in gran spolvero. Nonostante un rigore sbagliato da Immobile a inizio partita, i biancocelesti non si sono smarriti e hanno portato a casa la vittoria; tra i mattatori del match, da segnalare Sergej Milinkovic-Savic autore di una doppietta.

Nel pomeriggio, alle ore 15, il Sassuolo di Dionisi conquista una vittoria roboante contro la Salernitana di Nicola. Con i tre punti ottenuti, i neroverdi raggiungono l’Inter a quota 12 in classifica mentre i campani restano a quota 7 insieme a Monza, Empoli e Lecce.

E proprio il Monza mette a segno un colpaccio in casa della Sampdoria. La sconfitta contro il club allenato da Palladino costa perfino la panchina a Marco Giampaolo. Se Pessina e compagni sorridono per la seconda vittoria in Serie A, per i blucerchiati è notta fonda e la classifica parla chiaro con soli 2 punti ottenuti. La situazione non è semplice ma il club genovese dovrà cercare di rialzarsi quanto prima.

Per quanto riguarda le altre due neopromosse, Lecce e Cremonese, hanno ottenuto un pareggio che regala un punticino ciascuna. Per gli uomini guidati da Alvini, la classifica resta tuttavia amara: sino a questo turno sono soltanto 3 i punti portati a casa.

Happy hour di gioia per l’Atalanta, posticipo serale di festa per Allegri

Alle ore 18 la Dea vince di misura contro la Fiorentina. L’Atalanta infatti supera lo scoglio Viola grazie alla rete di Lookman che segna nella ripresa. La squadra di Italiano mostra ancora una volta di far fatica in attacco: le punte non riescono a colpire gli avversari, mettendo in luce un problema da non sottovalutare.

Se gli attaccanti della Fiorentina non sono riusciti ad andare in gol, tutt’altra cosa è successa a quelli della Juventus. I bianconeri hanno siglato un tris ad opera di Kostic, Vlahovic e Milik ai danni del Bologna. Il numero 9 bianconero, oltre a ritrovare il gol su azione anche nel club, ha confezionato anche l’assist per il connazionale in occasione della sua prima rete alla Juventus. Dunque, Allegri e i suoi conquistano una vittoria importante in ottica classifica e per il morale.

Monday night, serata frizzante al Bentegodi

A chiudere questa giornata di Serie A è stata Hellas Verona-Udinese. Un match apertissimo sino alla fine quello tra la squadra di Cioffi e quella di Sottil, dove a spuntarla sono gli ospiti che rimontano l’iniziale svantaggio. Ad aprire le marcature sono i padroni di casa con un bellissimo gol di Doig. Tuttavia nel secondo tempo gli ospiti ribaltano il risultato con le reti di Beto e quella di Bijol, arrivata nel recupero. Sottil e i suoi si portano così a quota 19 punti in classifica, conquistando il secondo posto in solitaria.

Dunque, un ottavo turno ricco di sorprese e di emozioni quello che si è appena concluso. Ricordiamo che, proprio in questa giornata, l’arbitro Maria Sole Ferrieri Caputi ha esordito in Serie A in Sassuolo-Salernitana. Un momento storico e molto emozionante.

Nel prossimo turno, le due torinesi saranno impegnate sabato 8 ottobre alle ore 18 (Milan-Juventus) e domenica 9 ottobre alle ore 12.30 (Torino-Empoli). Il nono turno si preannuncia dunque scoppiettante e si giocherà dopo gli impegni nelle coppe europee. Perchè il calcio non si ferma mai!

Tutti i risultati

  • Napoli-Torino 3-1
  • Inter-Roma 1-2
  • Empoli-Milan 1-3
  • Lazio-Spezia 4-0
  • Sassuolo-Salernitana 5-0
  • Lecce-Cremonese 1-1
  • Sampdoria-Monza 0-3
  • Atalanta-Fiorentina 1-0
  • Juventus-Bologna 3-0
  • Hellas-Verona- Udinese 2-1

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *